Skip to main content

Motorola Exec: Windows Phone era troppo tardi, troppo poco

Motorola sembra aver chiuso con fermezza la possibilità di utilizzare il software Windows Phone.

"Non immagino che useremo Microsoft. Non direi mai mai, ma non è qualcosa che stiamo divertendo ora, "ha dichiarato Christy Wyatt, vice presidente corporate della gestione dei prodotti software e dei servizi per Motorola. Ha parlato con la stampa durante il Mobile World Congress di Barcellona.

"Siamo l'unico fornitore che è al 100% Android", ha osservato.

[Ulteriori letture: i migliori telefoni Android per tutti i budget. ]

Quando Motorola sceglie di utilizzare Android, inizialmente afferma che potrebbe prendere in considerazione altre piattaforme. "Ma c'erano un sacco di cose che credevamo su Microsoft che non erano vere, per lo più su quale funzionalità avrebbe in quel periodo di tempo", ha detto. Quando si è scoperto che la consegna di Windows Phone da parte di Microsoft, il suo rinnovato sistema operativo mobile, sarebbe molto più tardi di quanto previsto da Motorola, la società ha perseguito esclusivamente Android, ha detto.

Motorola era anche preoccupato di usare un sistema operativo come Windows Phone che non open source. "Vorremmo un'opportunità per creare un valore unico e non ci sentiamo in grado di farlo con una piattaforma chiusa", ha affermato. L'uso di Windows Phone creerebbe uno scenario in cui l'unico valore che Motorola poteva offrire era l'hardware commodity, ha detto.

Motorola non ha le stesse preoccupazioni che Nokia fa con Android. Questa settimana, l'amministratore delegato di Nokia Stephen Elop ha dichiarato che uno dei motivi per cui Nokia ha deciso di utilizzare Windows Mobile su Android era che scegliere Android avrebbe lasciato sostanzialmente un duopolio nel mercato, tra Android e Apple.

Ma dal momento che Android ha una serie di aziende che supportano e contribuendo ad esso, crea l'innovazione che i clienti vogliono avere due piattaforme non è una responsabilità, ha detto Wyatt. "Potrebbe essere un duopolio sulle piattaforme, ma non sono sicuro del perché avere un altro sistema operativo sia una cosa buona o cattiva", ha detto.

Wyatt ha anche affermato che la società ha apportato alcune modifiche internamente per cercare di migliorare il processo per aggiornamento del software sui suoi telefoni Android. "L'intero processo di upgrade ci ha resi un po 'noiosi durante l'anno scorso", ha detto.

Nel primo anno di fornitura dei telefoni Android, Motorola ha affrontato il processo di aggiornamento incentrato sui singoli modelli di telefono. Tuttavia, ogni modello di telefono ha personalizzazioni per diverse regioni e anche in un singolo paese i telefoni potrebbero avere caratteristiche uniche per ciascun operatore. Ciò significava che ogni aggiornamento avrebbe potuto essere necessario andare in 40 paesi e quindi essere ottimizzato per i vettori specifici all'interno di molti di quei paesi. "Se non sei attento a come hai progettato [il processo di aggiornamento], in primo luogo avrai difficoltà a progettare ed estendere gli aggiornamenti", ha osservato.

Motorola ha apportato modifiche interne che spera possano aiutare a gestire meglio il processo di aggiornamento. Si è standardizzato sull'uso di Motoblur, software che carica su molti dei suoi telefoni Android, come meccanismo di aggiornamento. Ciò offre a Motorola informazioni dettagliate sul fatto che gli aggiornamenti stiano avvenendo in modo pulito e se Motorola non può adattarsi rapidamente per migliorare la qualità dell'aggiornamento.

"Siamo stati meglio con Froyo, quindi con Éclair e saremo ancora meglio con Gingerbread," lei detto, riferendosi a tre recenti aggiornamenti di Android.

Nancy Gohring copre i telefoni cellulari e il cloud computing per Il servizio di notizie IDG . Segui Nancy su Twitter all'indirizzo @idgnancy. L'indirizzo e-mail di Nancy è [email protected]