Skip to main content

Pagamenti mobili negli Stati Uniti impantanati in lotta per il controllo

La società madre di T-Mobile, Deutsche Telekom, lancerà i pagamenti mobili sui telefoni Samsung in Polonia e Germania nel 2011, ma gli Stati Uniti non sono ancora pronti ad accettare la tecnologia.

T-Mobile sta collaborando con AT & T e Verizon Wireless in una joint venture per pagamenti mobili chiamata Isis, che alla fine consentirà pagamenti mobili attraverso tutte e tre le reti dei carrier. T-Mobile dice che sta lavorando per lanciare telefoni con chip di comunicazione near-field (NFC) che consentono pagamenti mobili.

[Ulteriori letture: i migliori telefoni Android per ogni budget. ]

La grande domanda sui pagamenti mobili negli Stati Uniti è su chi guiderà la carica: i gestori di telefonia mobile, le società di carte di credito o gli intermediari bancari. Tutti vorrebbero controllare il sistema che abilita i gestori di telefonia mobile. E ce ne sono altri: si dice che Apple e Google stiano lavorando ai propri sistemi di pagamento mobili.

C'è un'enorme quantità di denaro in gioco, anno dopo anno inizieranno sempre più i pagamenti dei punti vendita scorrere attraverso i dispositivi mobili. Juniper Research stima che saranno necessari $ 127 miliardi di pagamenti mobili entro la fine del 2014, quando un telefono su sei effettuerà pagamenti mobili. Quindi, naturalmente, tutti i giocatori stanno lottando per ottenere il maggior gettito possibile dal business.

DT CTO Ed Kozel ha detto che il modello di business è ancora in fase di formazione negli Stati Uniti. "Nessuno sa come sarà la versione finale: tutti stanno ancora sperimentando il loro modello di business", ha detto Kozel. "Assomiglierà a Visa o qualcos'altro?"

T-Mobile ei suoi partner Isis stanno ora discutendo con giocatori finanziari come Visa e Mastercard per appianare i ruoli di ciascuno in un sistema di pagamento mobile collaborativo, ha detto Kozel.

Nel frattempo, tutti i giocatori stanno lavorando su iniziative proprie. Se questo si traduce in diverse aziende che utilizzano diversi sistemi di pagamento mobile, potrebbe solo causare confusione e problemi con i consumatori.

Kozel dice che la domanda sul controllo può essere risolta negli Stati Uniti potrebbe essere risolta nel 2012, come i giocatori risolvono le loro differenze e inizia a formare alleanze. "Penso che entro il 2012 vedrete un grande consolidamento come stabilirsi nei modelli di business", afferma Kozel. "Penso che migreremo verso un prodotto finale del consorzio."

Ma al momento i gestori, le società di carte di credito e le banche sembrano voler mettere il loro marchio sui pagamenti mobili. Potrebbe essere che un servizio dovrà emergere prima che i pagamenti mobili colpiscano una massa critica negli Stati Uniti.