Skip to main content

La Cina contesta le rivendicazioni degli Stati Uniti con proprie accuse di spionaggio cibernetico

I media cinesi controllati dallo stato hanno rilasciato martedì un rapporto che afferma che gli Stati Uniti hanno hackerato i sistemi cinesi usando attacchi di phishing.

Negli ultimi due mesi, i server statunitensi hanno preso il controllo di circa 1,2 milioni di computer cinesi, ottenendo il furto di segreti commerciali e Frode, il rapporto dice.

Il rilascio del rapporto arriva dopo che il Dipartimento di Giustizia americano lunedì ha accusato cinque ufficiali militari cinesi di aver rubato segreti commerciali alle compagnie statunitensi. È la prima volta che gli Stati Uniti tentano di caricare criminalmente hacker sponsorizzati dallo stato.

[Ulteriori letture: Come rimuovere malware dal PC Windows]

Le attività di un China-U.S. Il gruppo di lavoro, istituito per allentare le tensioni tra i due paesi dopo le accuse di attacchi informatici, è stato anche sospeso dai cinesi.

La Cina ha sbattuto gli Stati Uniti per aver incriminato i cinque ufficiali militari cinesi e ha avvertito che le accuse "inventate" potrebbero mettere a repentaglio le relazioni tra le due nazioni.

"L'accusa americana contro il personale cinese è priva di fondamento con ulteriori motivi", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Qin Gang in una dichiarazione pubblicata online.

US i funzionari hanno detto che il paese non tollererà il presunto sabotaggio delle sue compagnie. Ma la Cina è stata pronta a negare le affermazioni e ritrae gli Stati Uniti come un ipocrita impegnato nel cyber-spionaggio in Cina.

"La Cina è vittima di gravi furti informatici negli Stati Uniti, intercettazioni telefoniche e attività di sorveglianza", ha detto Qin, che ha accusato gli Stati Uniti di aver violato i dipartimenti governativi, le società e le università cinesi.

Le tensioni si sono lentamente calmate tra le due nazioni per presunti attacchi informatici. Ma l'anno scorso, gli Stati Uniti si sono trovati sulla difensiva dopo che l'ex appaltatore della National Security Agency Edward Snowden ha affermato che gli Stati Uniti avevano hackerato scuole e compagnie con sede nella Cina continentale e Hong Kong.

Per cercare di allentare le tensioni e risolvere il problema questioni di sicurezza, le due nazioni hanno stabilito una Cina-USA Gruppo di lavoro. Ma martedì, il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato che le attività del gruppo sono state sospese, data la "mancanza di sincerità" degli Stati Uniti in materia.

La Cina ha aggiunto che continua a sollecitare gli Stati Uniti a fermare le presunte attività di hacking e le richieste la nazione ha ritirato la sua accusa.

L'accusa di lunedì di cinque ufficiali militari cinesi segna l'ultimo tentativo da parte degli Stati Uniti di riportare i presunti tentativi di hacking sotto i riflettori e fare pressione sulla Cina, secondo gli esperti. La Cina ha sempre respinto le accuse di attacchi informatici sponsorizzati dallo stato. Funzionari degli Stati Uniti affermano che il cyber-spionaggio può causare perdite di posti di lavoro e minare l'economia degli Stati Uniti.