Skip to main content

Adobe scatena beta Flash Player a 64 bit con nome in codice "Square"

All'inizio di questa settimana, Adobe ha annunciato una versione di anteprima beta a 64 bit di Flash Player con nome "Square" e disponibile per Windows, Linux, e (gasp) Mac. Con il supporto migliorato per Internet Explorer 9 Beta, questa ultima versione di Flash dovrebbe garantire di poter vedere più di semplici annunci Flash in gloria a 64 bit.

Oltre ad offrire alcuni miglioramenti delle prestazioni (Square utilizza una quantità significativamente inferiore della mia CPU mentre guardo i video di YouTube), la versione beta di Flash è stata ottimizzata per OS X:

Flash Player 10.1 introduce significative ottimizzazioni specifiche per Mac OS. Come parte del nostro lavoro di ingegneria per 64 bit, Flash Player 10.1 è stato completamente riscritto per utilizzare il moderno framework Mac OS X Cocoa. Sfrutta inoltre le tecnologie Mac OS come Core Audio, Core Graphics, Core Foundation e Core Animation, sfruttando le tecnologie native e migliorando le prestazioni.

Questa beta dovrebbe essere relativamente stabile, ma dovrebbe dimostrarsi meno robusta in il tuo sistema, Adobe ha accolto con grande favore il tuo feedback:

La community ha parlato molto della necessità del supporto nativo a 64 bit e ti abbiamo sentito forte e chiaro. Oggi stiamo anche condividendo un aggiornamento della versione Linux di 64 bit di Flash Player insieme alla prima anteprima delle versioni Windows e Mac a 64 bit. Se utilizzi un browser a 64 bit, ti suggerisco di installare una versione a 64 bit di Flash Player e provarla.

Vuoi provare "Square" sulla tua macchina? Scaricalo tramite Adobe Labs e facci sapere se la transizione a 64-bit Flash ti dà un incremento delle prestazioni (o meno).

[Via MacRumors]

Ti piace? Potresti anche divertirti ...

  • Adobe avverte gli utenti di Acrobat: non installare patch di sicurezza di terze parti
  • Hack consegna un tablet Linux per meno di $ 200
  • Apple rimuove i chiodi da Adobe Flash Coffin

Segui Alessondra Springmann e Geek Tech su Twitter.

Tweet